La pandemia di Covid-19 in giappone si aggrava

Il Paese ha attualmente dieci volte più casi di Covid giornalieri rispetto a un mese fa.

Ospedale soltanto per i pazienti gravemente malati

Nelle aree in cui è stato stabilito lo stato di emergenza, come Tokyo, il sistema sanitario è sull'orlo del collasso a causa della mancanza di posti letto e di sufficienti operatori sanitari.

Il ministero della Salute ha ora disposto il ricovero in ospedale solo dei pazienti gravemente malati. Una decisione che suscita l'ira della classe medica, e persino un inizio di panico nella popolazione. Il fatto che anche i pazienti Covid affetti da difficoltà respiratorie non siano più ricoverati in ospedale è scandaloso come lo stato di salute di questi pazienti può peggiorare rapidamente, sembra quindi molto poco saggio costringerli a rimanere a casa. E disumano perché il paziente chi subisce il martirio respirando non ha diritto ai più potenti analgesici, che vengono somministrati solo in ambiente ospedaliero.

Panico generale in Giappone

A Tokyo, un'armata di assistenti domiciliari dotati di bombole di ossigeno viene chiamata giorno e notte da pazienti in difficoltà respiratoria. Ci sono molti pazienti sono così deboli che riescono a malapena a parlare. Alcuni hanno persino labbra e dita viola a causa della loro insufficienza respiratoria. Infermieri sono affollati stimando che sono andando verso un grande disastro sanitario. In questo momento, i giapponesi stanno affollando gli ossimetri, dispositivi che misurano il livello di ossigeno nel sangue.

Per ciascuno sembra fondamentale monitorare l'evoluzione delle sue condizioni di salute quando non è possibile essere ricoverato. Ogni giorno, gli scaffali sono presi d'assalto.  Quando i negozi sono esauriti, i clienti si arrabbiano o scoppiano in lacrime perché sono stressati per non essere in grado di acquistare questo dispositivo. Giapponesi sono stressati, e per una buona ragione: sei giapponesi su dieci non sono ancora stati vaccinati...